Come Sostituire/Aumentare la RAM in un Notebook

Con il passare del tempo i nostri pc diventano sempre più lenti e obsoleti, un modo per tentare di velocizzarli è quello di sostituire alcuni componenti dei sistema stesso.

Per quanto riguarda i pc desktop sostituire il processore o la scheda grafica è un’operazione piuttosto semplice, così non è per i notebook o per i netbook (dove questo addirittura non è possibile perché i diversi componenti sono saldati direttamente sulla scheda madre). Un’operazione piuttosto semplice e alla portata di tutti, e neppure troppo costosa, è quella della sostituzione della memoria RAM: in questo articolo spiegheremo come scegliere le memorie e come fare per cambiarle o per aggiungerle al proprio notebook o netbook. (La maggiorparte delle considerazioni valgono anche per i pc desktop, quello che cambia sono i tipi di moduli utilizzati ed il sistema di ancoraggio, nelle prossime settimane dedicheremo un articolo su questi modelli)

Perché aggiungere RAM?

Più memoria si ha a disposizione e meno sarà necessario per Windows affidarsi all’hard disk per l’archiviazione di dati temporanei, quindi tutto il sistema risulterà più scattante.

Se utilizzate contemporaneamente molti programmi diversi, o utilizzati programmi pesanti come quelli per il fotoritocco o di manipolazione di video è importantissimo avere quanta più RAM possibile.

Ad esempio se possedete Windows 7, il passaggio da 1GB a 2GB di RAM è apprezzabile anche ad un occhio poco esperto: il mio netbook non si “blocca” più passando da un programma all’altro o utilizzando più schede nel browser.

Ovviamente aggiungere memoria RAM non è la cura a tutti i mali: i computer più vecchi e meno potenti continueranno ad essere lenti, ma se non volete cambiare pc nel breve termine potete fare un tentativo, se però il il pc ha più di 3-4 anni di anzianità e notate forti rallentamenti forse è giunto il momento di considerare un nuovo acquisto.

Prima di acquistare nuovi componenti è necessario ottimmizzare quello che già si possiede: si deve deframmentare spesso l’hard disk (a questo scopo potete utilizzare Defraggler), cancellare tutti quei programmi che non utilizziamo, disabilitare l’avvio automatico di tutti quei programmi che non utilizziamo ogni giorno.

[sniplet ad h1]

Determinare quale tipo di RAM supporta il nostro pc

A questo scopo possiamo utilizzare SIW, di cui ci siamo già occupati, che ci fornirà tutti i dati di cui abbiamo bisogno.

Le memorie più utilizzate sono le DDR2 (in via di abbandono, ancora molto usate nei netbook) e le DDR3, un altro dato fondamentale è la frequenza e la quantità massima ammissibile sul vostro pc.

Precisazione importante: nei Notebook le memorie RAM vengono chiamate So-Dimm, per differenziarle da quelle standard per computer desktop che risultano di dimensioni superiori, quindi attenzione in fase di acquisto!

Aprendo SIW e selezionando nella colonna a sinistra “Memory”, (si dovrà attendere alcuni secondi in modo che SIW analizzi il vostro pc) nella finestra a destra ci verranno mostrate tutte le informazioni sulla RAM.

Nella casella “Memory Capacity” ci verrà indicato il quantitativo massimo di memoria RAM supportata dal nostro sistema, nel nostro esempio si tratta di 4096MBytes, cioè 4GB. Questo valore va poi diviso per il numero degli slot disponibili (nel nostro esempio 2) per determinare il massimo quantitativo di RAM per ogni singolo banco di memoria.

Nella maggiorparte dei notebook si hanno a disposizione 2 slot, questo numero diminuisce ad 1 per quasi tutti i netbook.

Nel nostro esempio: 4096 / 2 = 2048MBytes, cioè 2GB di RAM per ogni slot.

Veniamo ora al tipo di memoria:

Per ogni slot di memoria vengono indicati “Capacity”, “Memory Type” e “Speed” sono rispettivamente, la capacità del modulo, il tipo di memoria e la frequenza, nel nostro caso:

1024MBytes (1GB) , DDR2 precisamente PC-5300 con frequenza 333MHz (667MHz in dual mode)

Considerato che il nostro computer supporta fino a 2GB di RAM per slot possiamo sostituire i 2 moduli da 1GB con 2 da 2GB.

Prima di acquistare i moduli dobbiamo però controllare di non avere già il massimo valore consentito dal nostro sistema e che i moduli siano raggiungibili: solitamente nel retro del pc sono presenti uno o più sportellini chiusi da viti, in uno di questi si nascondono gli slot della memoria. Solitamente nei manuali allegati ai computer è indicato come aprire e dove si trovano questi slot.

Acquistare la RAM

Per acquistare le memoria ci siamo rivolti ad ePRICE, precisamente abbiamo acquistato questo modello CORSAIR. Come abbiamo ricordato in precedenza, bisogna prestare attenzione ed acquistare memorie SoDimm e con le specifiche corrette: come si può evincere dalle specifiche tecniche di quel modello, si tratta di una memoria DDR2 667 MHz ( PC2-5300 ).

[ad1]

Sostituire o Aggiungere RAM

Quando avrete a disposizione i moduli non vi resterà che inserirli all’interno per computer:

Per prima cosa dovremo assicurarci non non possedere alcuna carica elettrostatica, rischieremmo altrimenti di danneggiare i moduli e il pc, per scaricarsi è possibile toccare un termosifone o un rubinetto, o qualsiasi altra cosa che sia collegata a terra. Ora dovremo rimuovere le parti plastiche che nascondo i moduli.

Per inserire i nuovi moduli dovremo prima togliere quelli già presenti: per fare questo si devono piegare leggermente le guide grige ai lati dei moduli (bastano 1-2mm) verso l’esterno con le dita, nei punti indicati dalle frecce.

(Si devono praticamente “aprire” le due alette per consentire al modulo di staccarsi, m attenzione a non esercitare troppa forza)

A questo punto il modulo si solleverà da solo, ritrovandosi a circa 45° rispetto al computer.

Per rimuoverlo basta prenderlo saldamente con due dita nel centro e con delicatezza sfilarlo, tenendolo sempre a 45°.

Se il modulo non si dovesse sfilare facilmente vuole dire che qualcosa non va nel verso giusto: si dovrà controllare di aver correttamente sganciato i due fermi.

Come potete vedere dall’immagine il modulo non è più trattenuto dalle due guide grige laterali, ma si trova sollevato.

In questa immagine si può notare come il modulo sia sollevato, con una angolazione di circa 45°.

Per inserire i nuovi moduli si dovrà procedere al contrario: per prima cosa infilare il modulo rispettando il verso giusto (sui moduli è presente una piccola rientranza, in caso di verso errato non è possibile infilare completamente il modulo) con una angolazione sempre di circa 45°, assicurandosi che tutti i piedini siano inseriti all’interno della base e che il modulo sia perfettamente allineato.

A questo punto basta premere delicatamente sui due lati superiori per piegare il modulo e riportarlo in posizione orizzontale. I due fermi laterali quindi scatteranno assicurando il modulo alla scheda madre.

Cambiare i moduli RAM non è particolarmente difficile, però è sempre possibile danneggiare in modo irreparabile i moduli stessi o la scheda madre, se non lo avete mai fatto prima consigliamo di farvi aiutare da qualcuno più esperto di voi .

[sniplet informatica]

Facebook   Twitter   Telegram   YouTube   Newsletter   App Android   Feed RSS

Facebook